13.6.16

Il buio dentro, Antonio Lanzetta

Il buio dentro di A. Lanzetta è stato presentato in anteprima lo scorso mese al Salone del Libro di Torino; lo si troverà in libreria dal prossimo autunno. Dopo il racconto Nella pioggia, è il primo romanzo vero e proprio con cui Lanzetta si dedica al thriller.
Damiano è lo Sciacallo, un inarrestabile scrittore di storie di inchiesta che si sostiene con le stampelle e la morfina. Nel 1985 invece Damiano era giovane e si allenava per diventare un campione di corsa.
Dal salice bianco penzola il corpo torturato e decapitato di una giovane ragazza bionda. Anche nel 1985 una giovane ragazza bionda è stata trovata appesa allo stesso salice. Era Claudia, l'amica di Damiano e vicina di Flavio e del suo preoccupante nonno, don Mimì.
Damiano si occuperà o non si occuperà di scrivere un libro sul killer del salice? Sarà capace di affrontare il passato?

È thriller? È hard boiled? Sì, entrambi, e con un ritmo di tutto rispetto. È anche la storia di quattro amici giovani in un paesino sperduto. Dove regnano gli elementi della natura - il mare terso, il monte con il vecchio mulino, il vento che porta via i segreti - e dove il bulletto figlio di un camorrista li ha presi di mira.
L'inchiesta del thriller è solo una delle pietanze di questo piatto, fatto di sparatorie, botte, coltellate e investimenti. Ma soprattutto dell'affetto fraterno degli amici che si sostengono a vicenda.

1 commento: