17.1.16

“Ha rotto il beep”

Mi fanno notare diversi amici un’entità editoriale che, nella dichiarazione della propria linea, ha stabilito che “il fantasy ha rotto il beep”. Non sto a fare nomi, non perché sai già tutto, ma perché proprio non ci interessa per il ragionamento.
Solo nel Novecento, quanti generi di intrattenimento sono stati oggetto degli stessi attacchi, con più o meno riverbero?
- Il giallo;
- Il rock;
- La televisione tout court;
- La fantascienza;
- Il punk;
- L’heavy metal;
- I videogiochi;
- I giochi di ruolo
… e sicuramente me ne potrai indicare altri a decine. A me sembra che tutti costoro godano di ottima salute. I giochi di ruolo magari hanno perso un po’ di smalto nella versione classica con schede, dungeon master, dadi e patatine, ma su computer sono più vivi che mai. L’heavy metal classico, di cui tutti si affrettavano a celebrare il funerale una ventina di anni fa, ha un sacco di clienti fra i montatori di video sportivi. E così via. Fantascienza, fantasy e giallo non te lo sto neanche a dire: fra televisione e cinema, oh, sembra che quasi la gente non voglia vedere altro.
Rilassati quando qualcuno fa sparate sul tuo genere preferito e si affretta a farne un funerale. L’hanno già fatto in tanti, e come vedi non sono stati efficaci né profetici.

2 commenti:

  1. in caso di funerale... chiamami, sono esperta di cimiteri monumentali e di rituali negromantici.

    RispondiElimina