14.7.13

Vampiro Tossico, Stefano Tevini

Appena ho visto il titolo ho capito che non sarebbe stato il solito mappazzone sui vampiri, né il solito mappazzone sui tossici.
Il vampiro è diverso, nessuno vuole avere a che fare con un vampiro. Genitori, amici, datori di lavoro, tutti si voltano dall'altra parte. Il vampiro è così diverso che perfino i drogati lo emarginano. Il vampiro non può essere produttivo di giorno per ovvi motivi.
Il vampiro trova i negozi chiusi. Il vampiro non si è ancora cambiato i jeans dal 1979 al 1984.
Se i quattro amici debosciati diventano vampiri per un errore, una cazzata, non è davvero stato nessuno ma la società ha sempre una risposta pronta e il dito puntato: è colpa tua. Perché se stai male e hai le crisi non interessa a nessuno, e se sei stanco e disperato stai solo dando fastidio, perfino agli amici stai dando fastidio. Perché le scelte si fanno difficili e spesso non hai niente da scegliere.
Tecnicamente, Stefano Tevini è stato ineccepibile: un incipit semplice che accende subito l'interesse, narrazione semplice. Il tempo si dilata e si contrae in modo apparentemente illogico, e questo aiuta ancora di più a calarsi in un setting di disperati e debosciati costretti a vivere alla giornata. Apprezzo tantissimo l'accorgimento di scegliere per ogni personaggio un nome e uno solo, salvo in bocca alle forze dell'ordine che snocciolano le generalità complete. Purtroppo, non tutti gli editor sono d'accordo su questo, ma non voglio divagare su altri libri.
La tensione è costante e porta senza tempi morti dai primi tempi spensierati della cazzata del 1979 fino a… quello che succede dopo. Cosa succede dopo, a una compagnia di giovani che cercavano solo uno sballo e si ritrovano emarginati senza speranza?
Lo sai già, cosa succede, perché faresti quello che fanno tutti: ti volteresti dall'altra parte. Magari non ti metteresti anche a sparare sentenze facili, magari sì. Qui puoi vedere dove non hai guardato. Fa male.

4 commenti:

  1. ciao Vlad sono Stefano. Grazie per la recensione, posso girarla nel mio blog con i dovuti credits?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Assolutamente sì, come prevede la licenza CC BY-ND in calce :) Se poi i credits sono accompagnati da un link, è cosa ancora più gradita.

      Elimina
  2. Perfetto, grazie!

    RispondiElimina
  3. http://welcometomyword.wordpress.com/vampiro-tossico-un-romanzo-di-stefano-tevini/

    Ecco qua!

    RispondiElimina