10.6.13

Letture durante l'editing

La settimana scorsa raccontavo di essere in fase di editing; ieri sera ho finito la mia parte. È stata una settimana di ferie di lavoro intenso (d'oh!) e ce l'abbiamo fatta. È stato massacrante, illuminante e soddisfacente: a breve staremo a vedere i risultati. Tra un pezzo e l'altro ho fatto molte cose, e fra queste ho letto ottimi libri.
L’incanto di CenereL'ultimo è stato L'incanto di cenere, divorato in tre giorni, su cui mi ero già espresso all'acquisto per rallegrarmi di come Asengard, dopo l'acquisizione da parte del gruppo Il castello, sia salita di diversi gradini come cura dell'impaginazione del tomo. La storia parte da una domanda: e se la matrigna di Cenerentola e le sorellastre avessero avuto ottimi motivi? Non ho mai letto una storia di Cenerentola così affascinante e spaventosa. Tutti gli elementi della fiaba ma anche la realtà del martirio di nobili ragazzine sotto corpetti intollerabili sono mescolati nella cronaca di una stregoneria, narrata in nero, grigio, arancione e rosso sgargianti. Per me, sei stelline.
Ho finito Nemico invisibile, terzo nella saga Deserto rosso. Rigoroso e documentatissimo sia dal punto di vista scientifico sia della credibilità dei personaggi; l'autrice non dimentica di renderlo incalzante e di tenere alta la tensione che ti fa voltare pagina. Il nemico è davvero invisibile, e Anna mi ha sempre inquietato fin dalla prima puntata. Adesso aspettiamo di leggere nella quarta puntata quali disastri immani seguiranno!
Ho riascoltato le canzoni dei Netherfall, che non si leggono in senso stretto ma sono pur sempre un'opera autoprodotta di qualità davvero pro. Riff precisi e tempo esatto in un disco di metal americano tosto e orecchiabile al tempo stesso. Sono italiani, per inciso, ma il genere è quel filone di rock d'oltreoceano in stile Alter Bridge. Se ti incuriosiscono, un'occhiata su Youtube non guasta.

Nessun commento:

Posta un commento