22.3.13

Editori crescono

L’incanto di CenereMi è appena arrivato un corriere trafelato con in mano L'incanto di Cenere. Pertanto è prematuro che io parli della storia. Ma non è affatto prematuro condividere un po' di ammirazione per questa nuova incarnazione di Asengard acquisita da Il Castello.
Dai tempi dell'esordio con il buon Christian Antonini ne è passato di tempo: all'inizio era un editore esordiente ma volonteroso, che sperimentando sul campo si faceva avanti nonostante un carattere un po' piccolo e una stampa un po' grigia. Quello che mi ha portato il corriere è un cartonato: sissignore, un tomo rigido a un prezzo che tanti editori riservano per il digitale. Carta paglierino, margini calibrati, un carattere romano di dimensioni giuste: sono sinceramente impressionato.

Nessun commento:

Posta un commento