29.9.06

La cronaca è una porta sull'abisso

Un piccolo campione di notizie prese dagli ultimi giorni:
Morti allo stadio Calpestati dal panico della folla
Uccide la nonna per soldi e poi va a giocare
Il padre lo sgrida per il volume della tv e lui lo uccide a calci e a pugni
Donna uccisa a coltellate ferita in maniera grave la figlia
Ventenne morta in casa Forse uccisa con un ferro da stiro
Sventrata per sottrarle il feto scomparsi gli altri tre figli
Violentata da due amici
Strangolata nel letto di casa
Uccide i genitori a martellate Soffriva di esaurimento nervoso
Agenti aggrediti dalla folla avevano appena arrestato un rapinatore
Giù dal nono piano con la figlia Muore la madre, grave la bimba di 2 anni
Assalto con ostaggi in un liceo morti una ragazza e il sequestratore
Per gelosia uccide il cognato di fronte a due bambini

… e non ho ancora parlato delle guerre, della pena di morte che è ancora in vigore in molti Stati, della tortura usata quotidianamente dalle forze dell’ordine in quasi tutto il globo, delle dittature militari, delle nazioni che sperimentano ancora oggigiorno detonazioni nucleari e di altre nazioni che mantengono arsenali da fantascienza nonostante il fantomatico disarmo di quasi vent’anni fa.
Non credo di dover parlare di un aumento della violenza o dell’efferatezza dei crimini commessi dall’homo sapiens negli ultimi periodi — non è nulla di nuovo, non fa veramente notizia. Tutta la nostra storia è fatta di guerre di conquista, violenze, prevaricazioni e disinteresse verso i problemi a lungo termine della specie: inquinamento, sovraffollamento, scarsità delle risorse, carestie...
Fonti. Tutte fonti.

[rev. 100115]

1 commento:

  1. Anch'io ho notato quanto i giornali e brodaglia simile pongano sempre l'accento su fatti macabri ed eclatanti. Sì, va bene informare e tutto, ma almeno lo ci facesse in un modo meno "spettacolarizzato".

    RispondiElimina